La pelle sensibile è una condizione estremamente diffusa tra la popolazione e spesso purtroppo sottovalutata. In assenza di patologie cutanee od infiammazioni evidenti, si definisce sensibile una pelle fragile e più predisposta a reagire (negativamente) ad agenti fisici o chimici irritanti rispetto ad una cute “normale”.

Inoltre, una pelle sensibile è più suscettibile ad allergie , arrossamenti, irritazioni, prurito e bruciori cutanei. Ma non è tutto: le persone che lamentano un’ipersensibilità della pelle sono statisticamente più soggette alla formazione precoce di rughe.
La pelle sensibile costituisce comunque un fenomeno molto soggettivo e, come tale, risulta difficile e laborioso stilare dei parametri precisi ed universali per accertare obiettivamente la condizione di ipersensibilità cutanea.

CAUSE

In primis :  sole, vento, sbalzi termici e prodotti cosmetici aggressivi, i principali (ed indiscussi) fattori causali dell’ipersensibilità cutanea. Se da un lato gli agenti climatici indeboliscono pesantemente le naturali barriere cutanee, dall’altro l’applicazione regolare sulla pelle di sostanze cosmetiche potenzialmente irritanti favorisce la comparsa di fenomeni infiammatori-irritativi, disidratazione ed arrossamento cutaneo.
Ad ogni modo, sembra che la pelle sensibile sia una caratteristica stabilita geneticamente: in altri termini, l’ipersensibilità cutanea può essere considerata un carattere ereditario, trasmesso direttamente dai genitori ai figli.

SINTOMI

Come analizzato, la pelle sensibile è una condizione complessa, caratterizzata da sintomi puramente soggettivi e non ancora standardizzati. Ad ogni modo, è possibile descrivere ed analizzare alcune sensazioni e sintomi comuni riportati da molti pazienti che accusano una certa sensibilità cutanea.
Lo status d’ipersensibilità della pelle nei confronti degli agenti esterni è più accentuato ed evidente a livello del viso rispetto alle altre sedi corporee. In particolare, la maggior parte dei pazienti lamenta una pelle sensibile soprattutto a livello di mento, labbra , regione naso-labiale, occhi e fronte: quanto detto è probabilmente spiegato dalla maggior permeabilità cutanea e dalla peculiare sottigliezza e fragilità dello strato corneo in queste regioni del volto.
Una pelle sensibile si può riconoscere attraverso l’osservazione di più aspetti:

  1. Spiacevole sensazione di bruciore e pizzicore cutaneo, che si accentua mediante l’applicazione di alcuni prodotti cosmetici
  2. Pelle poco elastica
  3. Spiccata tendenza alla desquamazione cutanea
  4. Prurito cutaneo
  5. Pelle secca, arida, disidratata e screpolata
  6. Pelle “che tira”